Il cosa

Il formaggio

Il formaggio è un alimento nutriente, ne esistono infinite varietà che rendono ricca la tavola soprattutto se servite nel modo e con gli abbinamenti giusti.

Si potrebbe anche preparare una cena “a tema”, perché no?

Servire bene il formaggio è un’arte. E’ importante come si taglia, sia per la sua presentazione che per la conservazione di ciò che avanza: il taglio dovrebbe essere fatto con l’apposito coltello e ogni ospite dovrebbe avere una fetta con un pezzo di crosta (se presente) proporzionato alla pasta.

Qualche consiglio: per i formaggi cremosi, come ad esempio la crescenza, il taglio deve essere preciso e netto; per il mascarpone o la ricotta, invece, si può usare una spatola. Per i formaggi semiduri (provoloni, scamorza, caciocavalli) si deve usare un coltello a lama rigida in modo da avere fette o spicchi di dimensioni uguali. Per il Parmigiano Reggiano e il Grana si userà il tipico coltello “a goccia”, il formaggio, infatti, si apre e non si taglia in modo da non alterarne la struttura.

In tavola vanno presentati dal più delicato al più saporito, al più piccante accompagnati da un buon assortimento di pane e biscotti salati speciali per formaggi. Possono essere accompagnati anche da verdure (sedano bianco, carote, ravanelli), frutta (pere, uva nera), mieli aromatizati, marmellate, chutney e zucchero.

Per la loro conservazione è sufficiente carta d’alluminio o pellicola trasparente, ma dovranno essere tolti dal frigo 1-2 ore prima di essere serviti in modo da raggiungere la temperatura ambiente e far risaltare tutti i sapori e gli odori.

Se il formaggio si è seccato, sarà necessario rinfrescare il taglio senza mai eliminare la crosta.

il formaggio

Clicca per ingrandire
Immagine presa da qui

Potrebbero anche interessarti